Alvar Aalto | Alvar Aalto Chair

1898-1976 (Finlandia)

Alvar Aalto, padre del Modernismo e del design finlandese, è uno dei più grandi architetti moderni del mondo. Le sue creazioni appaiono al tempo stesso romantiche e funzionali, grazie all’utilizzo di materiali naturali che addolciscono le forme fornendo comunque una forte connotazione pratica. Le sue opere hanno interessato l’universo dell’architettura nella sua interezza, dall’arredo, all’illuminazione, ai tessuti e ai complementi d’arredo in vetro. La notorietà ottenuta da Aalto non è mai stata raggiunta da nessun altro architetto o designer finlandese. Era il protagonista dell’arte moderna ed una personalità di primissimo piano in Finlandia ed in tutto il mondo, come dimostra il blocco di un decollo effettuato da Finnair (la compagnia di bandiera del suo paese), per aspettare il suo arrivo in aeroporto. La passione per l’architettura ed il design, spinse Aalto ad iscriversi all'Università di Tecnologia di Helsinki. Abbandonò per un breve periodo gli studi per servire il suo paese partecipando alla Guerra di Liberazione, per poi laurearsi nel 1921. Due anni dopo, inaugurò il suo studio di architettura. La fama internazionale fu conquistata molto velocemente: riuscì a vincere diversi concorsi a livello mondiale, che gli fruttarono importanti commissioni e premi prestigiosi, come le medaglie d'oro conferitegli dal Royal Institute of British Architects e quella assegnatagli dall’American Institute of Architecture. Uno dei più importanti riconoscimenti venne però da un suo illustre collega, l’architetto americano, Frank Lloyd Wright, che descrisse il progetto di Aalto per il Padiglione finlandese della Fiera Mondiale di New York del 1939 come l’"opera di un genio". Mosso dal desiderio di rendere le case esteticamente più belle ed esclusive, Aalto iniziò successivamente a rivolgere il suo interesse anche agli arredi ed agli accessori, che si proposero, da subito, come l’evoluzione del suo stile architettonico. Tutte le sue creazioni sembrano rubare le sembianze agli elementi della natura, favorendo la nascita della forma organica libera. E’ apprezzato e ricordato anche per la sua capacità di riprodurre la luce naturale negli ambienti: la sua opera più iconica, in questo senso, è la lampada a sospensione Beehive.

“L'obiettivo finale dell'architetto è quello di creare ambienti assimilabili al paradiso. Ogni casa, così come ogni prodotto architettonico, dovrebbe possedere l’intento di dar vita ad un paradiso terrestre per le persone che dovranno viverlo.”

Imposta Ordine Discendente

Imposta Ordine Discendente

CONTATTACI

newsletters

Ottieni 10€ di sconto

Registrati alla nostra newsletter e avrai subito: Sconto 10€ sul tuo primo ordine, accesso a esclusive offerte, sorteggi a premio, suggerimenti sui nuovi trend e consigli per creare un interior design di stile.

Sono già registrato.
Servizio valutazione:
533 Recensioni